DENTI PITON CHE STORIA!

Con i miei soliti limiti di italiano, vi racconto la storia di questa bicicletta Denti Piton che incontra il Biciclettaio.

Nel lontano 2010 mi ritirarono la patente per qualche mese, sembrerebbe una situazione spiacevole ma da subito sentivo come se nell’accaduto ci fosse una nota positiva. Per muovermi decisi di comprare una bici da corsa anni 80, appartenente al periodo in cui, secondo me, l’artigianato sulle biciclette in acciaio ebbe il suo massimo splendore in Italia.

Trovata in super occasione una Piton con telaio realizzato e pantografato da Mino Denti, color bianco perlato, montata Campagnolo Super Record e componenti Cinelli…Top! Secondo indiscrezioni queste due aziende bresciane, Piton e Denti appunto, collaborarono per un certo periodo fino a separarsi e proseguire singolarmente nella produzione di telai tuttora a livello d’eccellenza.

Tornando a me, da qui partiva la storia del Biciclettaio Matto.

Iniziai subito a macinare km e riscoprire il fascino della bicicletta dal sapore storico, quindi eseguii un bel restauro conservativo.

Dopo qualche tempo per me la bici ormai diventava un lavoro e la Piton venne ceduta a mio fratello Massimo, cosicchè anche lui venne investito dalla “Biciclettaio Mania” al punto da desiderarne una estremamente personalizzata, la dbee Killer!

IMAG2344-1

A questo punto Massimo vendette la Piton Denti a Roberto (odontotecnico…ahah) ed anche lui si avvicinerà al fantastico mondo del Biciclettaio senza più saperne uscire, arrivando quindi a personalizzare questo mezzo nella versione definitiva…..per ora…

DSC_0185

DSC_0203

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *